Gambero Rosso: altri riconoscimenti

Il denocciolato OlioCRU conquista le Tre Foglie Gambero Rosso e si aggiudica il titolo di Miglior Bottiglia 2012 - Assegnate le Due Foglie anche al Toniolli BIO OlioCRU

Un contenuto d’eccellenza e un contenitore d’eccezione. In occasione di Sol, salone internazionale dell’olio d’oliva extravergine di qualità, il Frantoio Denocciolato OlioCRU si concede il bis, aggiudicandosi un doppio riconoscimento dalla giuria di esperti oleologi Gambero Rosso. Inserito nella guida ‘Oli d’Italia – i migliori extravergine’ con le Tre Foglie, il massimo punteggio assegnato agli oli eccellenti, il Denocciolato trentino conquista anche per eleganza ottenendo il premio di Miglior Bottiglia 2012. Due foglie per il monocultivar di Casaliva Toniolli BIO, l’extravergine biologico di casa OlioCRU. Un successo che conferma il valore del rigoroso metodo produttivo impiegato dalla Società Agricola Consortile OlioCRU, scrupolosa nella ricerca continua dell’olio perfetto ma anche attenta alla massima valorizzazione del prodotto.

Dopo aver già conquistato, il premio della giuria assaggiatori a Olio Capitale, il salone degli oli extra vergine tipici e di qualità di Trieste, e la Gran Menzione nella categoria fruttato medio al Sol di Verona, il Denocciolato Frantoio continua a ricevere gli apprezzamenti da parte dei professionisti del settore, segno di una qualità dell’olio prodotto sempre più riconosciuta. Un olio dal tono deciso, che all’olfatto spicca per le note verdi di oliva acerba, foglie di carciofo ed erba appena tagliata, al gusto piccante intenso e medio amaro, note caratteristiche che hanno letteralmente conquistato i favori della giuria. E così, sulla seconda edizione della guida firmata Gambero Rosso, che quest’anno ha concesso l’ambito riconoscimento a XX aziende olivicole italiane, apparirà anche l’extravergine altogardesano OlioCRU.

Mario Morandini, socio fondatore di OlioCRU nonché produttore dell’etichetta Frantoio Denocciolato, esprime la sua soddisfazione per i risultati raggiunti ad un solo anno dall’inizio dell’attività del Consorzio: “Questi sono solo i primi frutti di un prezioso lavoro di squadra, dove ognuno ha contribuito, per settore e per competenza, al perfezionamento del prodotto. Accomunati dalla passione per l’olio d’oliva e dal profondo rispetto per il nostro prezioso territorio, siamo certi di aver intrapreso il giusto percorso, quello che meglio si adatta alle nostre caratteristiche: una produzione di nicchia ma di altissimo livello”.

Una ricercatezza che OlioCRU ha voluto esprimere anche attraverso l’immagine associata all’olio prodotto: una scelta che ha piacevolmente colpito la giuria Gambero Rosso che ha conferito ad OlioCRU ancora il titolo di Miglior Bottiglia del 2012. La realizzazione dell’etichetta, della bottiglia e della confezione sono infatti espressione di una valutazione stilistica ben precisa, grazie alla collaborazione di due esperti del settore: l’artista-paesaggista trentino Enrico Ferrari, ideatore dell’elemento grafico riportato sull’etichetta, e Stefano Michelotti, grafico con esperienza ventennale in ambito turistico ed enogastronomico.

“L’elisse riportata sull’etichetta rappresenta un’oliva stilizzata che, partendo dal centro, si sviluppa idealmente lungo una spirale che continua a crescere e che simbolicamente vuole rappresentare il coinvolgimento del territorio, l’importanza sempre maggiore dell’olio d’oliva nell’alimentazione, l’inizio di un percorso di crescita dinamico - racconta Ferrari, descrivendo l’elisse riportata sull’etichetta -. Un approccio originale e ricco di significati riprodotto attraverso una linea semplice e sintetica, probabilmente è stato proprio questo il contrasto che ha attirato l’attenzione della giuria”. L’elemento grafico è poi stato rielaborato da Michelotti per l’adattamento alla bottiglia e alla confezione: “Il presupposto di partenza era quello di realizzare una proposta originale che facesse comunque trasparire l’eleganza e la raffinatezza del prodotto. Abbiamo scelto il nero come base e l’argento per la linea grafica, due colori poco usuali in abbinamento all’olio d’oliva. Diversamente dal solito, - ha proseguito Michelotti - abbiamo quindi optato per un etichetta di forma trapezoidale con la spirale inserita ma ritagliata, per trasmettere il concetto di un percorso in continua evoluzione”.

Ma il Consorzio OlioCRU non si accontenta e guadagna una posizione di tutto rispetto anche nella sezione degli extravergini biologici: l’etichetta Toniolli Bio viene infatti inserita nella guida con l’assegnazione delle Due Foglie Gambero Rosso. Stefano Bonamico, socio fondatore di OlioCRU e titolare dell’Azienda Olio Toniolli, commenta così l’ottimo risultato: “Siamo assolutamente orgogliosi di questo riconoscimento che ci classifica tra i migliori anche nel settore della produzione biologica. Toniolli Bio nasce dalla Casaliva, cultivar autoctona del Lago di Garda, un olio che rappresenta in tutto e per tutto il nostro splendido territorio”.  

Perfetti sia nella forma che nella sostanza, gli extravergini OlioCRU si guadagnano quindi gli onori di Gambero Rosso, una delle riviste enogastronomiche più importanti e riconosciute a livello internazionale.

INS