Da Los Angeles a New York, per OlioCRU Lab anche il Gold award

LAB limited edition celebra la qualità dell’extravergine trentino negli USA

Arco (TN), 23 Aprile 2013 – OlioCRU lab bissa il successo conquistato oltreoceano, dalla competizione internazionale di Los Angeles alla “International olive oil competition” di New York. Un ‘coast to coast’ del gusto che ha onorato l’extravergine di punta dell’azienda olivicola trentina, prima Best of show, ora anche Gold award, medaglia d’oro, nella categoria blend fruttato medio. Unica azienda dell’Alto Garda in concorso OlioCRU tiene alto l’onore dei prodotti locali nel ruolo diambasciatrice della qualità dell’extravergine trentino negli Stati Uniti.

Organizzato dalla testata specializzata ‘Olive Oil Times’, con il supporto del Centro culinario internazionale di Soho e del celebre mercato gastronomico di Fairway, con 702 oli in concorsoprovenienti da ben 22 Paesi, l’appuntamento neworkese è, senza dubbio, la più partecipata tra le kermesse internazionali dedicate all’olio extravergine di oliva. Un settore nel quale l’Italia continua a mantenere il ruolo di leader indiscussa con ben 83 riconoscimenti, seguita dalla Spagna, 51 titoli, e dagli Stati Uniti, 36. Sul banco degli assaggiatori una qualificata giuria composta da 16 rappresentanti di Italia, Spagna, Croazia, Grecia, Francia, ma anche Turchia, Giappone, Stati Uniti, Tunisia e Cile. Nel ruolo di garante supervisore il capo panel di casa nostra, Gino Celletti, tra i referenti di spicco a livello internazionale nel settore olivicolo, presidente del ‘Monocultivar Olive Oil Council’.       

Rivestiti da una copertura protettiva e catalogati secondo una classificazione casuale tutti i campioni in gara devono essere resi rigorosamente anonimi prima dell’inizio della valutazione da parte dei giudici. I premi sono quindi suddivisi per emisfero nord e sud, come nel caso di Los Angeles, una classificazione fondamentale poiché per i secondi viene tenuta in considerazione la raccolta con sei mesi d’anticipo. Quindi riclassificati per categoria, blend o monocultivar, e a seconda dei gusti espressi dalla giuria, per intensità, fruttato leggero, medio, intenso.      

Un olio d’eccellenza che con questo ennesimo riconoscimento al concorso di New York -ha sottolineato Nicola Peroni, amministratore di OlioCRU- è stato celebrato dai più rinomati e autorevoli contest internazionali, selezionati per sottoporrei i nostri prodotti al giudizio insindacabile di esperti conoscitori del settore”. L’attenzione verso gli Stati Uniti, inoltre, oltre ad essere motivata dall’importanza di queste vetrine è anche giustificata da un interessante quota di mercato in espansione e da contatti già attivati da parte dell’azienda trentina con alcuni esportatori statunitensi. “Con l’obiettivo per il prossimo anno -ha aggiunto Peroni- di puntare anche verso Oriente e stabilire rapporti commerciali con nuovi target di mercato già sensibili alla qualità degli extravergine di casa nostra”.

Nicola Peroni

Arco, Italia